Crea sito

Confettura di fichi alla vaniglia e cannella


Confettura di fichi alla vaniglia e cannella: adoro i fichi! da piccola li mangiavo spesso, raccogliendoli dall’unico grande albero che avevamo in giardino.
Li faceva della qualità con la buccia scura, piccoli e dolcissimi.
Sembrava di mangiare confettura tanto erano dolci e succosi!
Questo frutto è ottimo se consumati fresco poiché ricco di vitamine e fibre, ma si presta egregiamente ad essere trasformato in sensazionali confetture, da spalmare sul pane a colazione o a merenda o perché no?, ad accompagnare formaggi stagionati.

La ricetta che trovate di seguito proviene da un vecchio libro dei nonni, ho variato solamente lo zucchero (di canna al posto del semolato), devo dire che il risultato è stato eccezionale!

Come si ottiene la confettura di fichi con la macchina del pane:
Se possedete la macchina del pane, sapete benissimo che questo piccolo elettrodomestico non solo ci aiuta nella lievitazione e/o cottura di lievitati dolci e salati, ma ci rende semplice e veloce, la preparazione di deliziose confetture/marmellate, ottenute con genuina frutta fresca.
Il procedimento completo potete trovarlo –> QUI, ovviamente basta sostituire la frutta indicata con i fichi.

Confettura di fichi alla vaniglia e cannella
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 – 5 vasetti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 kgfichi
  • 1.2 kgzucchero di canna
  • 2limoni (il succo)
  • q.b.cannella in polvere
  • q.b.vaniglia (in polvere oppure una bacca)
  • 1 pizzicosale

Preparazione

  1. Pelare i fichi senza lavarli, tagliarli a metà e controllarne l’interno.

  2. Riporli in una casseruola dai bordi alti assieme allo zucchero, il succo dei limoni, una presa di cannella e una bustina di vanillina (oppure i semi della bacca raschiata) e un pizzichino di sale.

  3. Portare ad ebollizione e cuocere, girando di tanto in tanto, per circa 30 minuti.

  4. Una volta pronta, invasare ancora bollente. Passare i vasetti in una pentola alta e capiente piena di acqua (il livello dell’acqua dovrà superare di 2-5 cm il tappo).

  5. Sistemare dei canovacci tra un vasetto e l’altro, portare ad ebollizione per minimo 20 minuti (dai 20 ai 40 minuti) avendo l’accortezza di aggiungerne se dovesse calare di livello, tanto da lasciar scoperti i vasetti.

  6. Una volta terminata la sterilizzazione, togliere i vasetti solo quando l’acqua sarà divenuta fredda, successivamente asciugarli, controllare la capsula se è rientrata, che attesta l’avvenuto sottovuoto e riporli in un luogo fresco, areato e buio.

  7. Confettura di fichi alla vaniglia e cannella

Ho trovato molte informazione utili su come ottenere il sottovuoto, sul sito di Bormioli Rocco.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

6 Risposte a “Confettura di fichi alla vaniglia e cannella”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.