Crea sito

Castagnole all’alchermes

Castagnole all’alchermes: questi deliziosi dolcetti tipici carnevaleschi conosciuti un pò in tutta Italia, sono così veloci da fare che non potete non segnarvi la ricetta, poichè vi tornerà utile quando dovrete organizzare in breve tempo, una festa a tema, tra coriandoli e stelle filanti!

Vi basterà amalgamare tutti gli ingredienti insieme in una ciotola, formare dei cordoncini,  tagliarli a pezzetti come si fa per gli gnocchi, tuffarli nell’olio caldo ed il gioco è fatto!

Questa volta ho deciso di seguire una ricetta letta nella rivista….

Le castagnole all’alchermes sono ancora più appetitose di quelle classiche, assumono quel colore vivace che mette allegria solo a guardarle!

Se volete, potete bagnarle con del curaçao, il liquore blu dal gusto di arancia; nel caso fossero destinate prevalentemente a bambini optate per bagne alla frutta con qualche goccia di colorante naturale a piacere.

Per una perfetta cottura, consiglio di utilizzare una pentola dai bordi alti e dell’olio di arachide, che come l’olio extra-vergine di oliva tiene molto bene il calore avendo un punto di fumo alto.

Io ho utilizzato la mia pentola Crafond dai bordi alti che non mi tradisce mai! E’ eccellente per le fritture, in quanto mantiene il calore uniforme e costante per tutta la durata della cottura.

In questo modo, niente più frittelle bruciate e informi, ma belle tonde e cotte perfettamente anche all’interno! 🙂

castagnole all'alchermes
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 28-30 castagnole
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 250 g Farina 00
  • 120 g Zucchero semolato
  • 2 Uova
  • 2 cucchiai Vino bianco (oppure di latte)
  • 20 g Burro
  • 8 g Lievito in polvere per dolci (mezza bustina)
  • 1 pizzico Sale
  • q.b. Farina (qualche cucchiaio per la lavorazione)
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • 1 bicchiere Alchermes (da allungare con acqua a piacere)
  • qualche cucchiai Zucchero semolato (a piacere)

Preparazione

  1. Ho inserito tutti gli ingredienti in un capiente recipiente e mescolato bene fino ad ottenere una pasta omogenea e ben lavorabile.

     

  2. Ho formato dei cordoncini sopra la spianatoia leggermente infarinata e tagliati a pezzetti. Ho arrotondato ogni pezzetto con le mani come si fa con le polpette, formato delle palline che ho poi tuffato, poche per volta, nell’olio già bollente.

     

  3. Le castagnole si gonfieranno e saranno cotte quando diventano dorate (qualche minuto).

     

  4. castagnole all'alchermes

    Una volta cotte, le ho tolte con una schiumarola dall’olio e le ho disposte sopra della carta assorbente.

     

  5. Solo una volta raffreddate, le ho immerse nel’alchermes diluito con un pò di acqua a piacere (a seconda del vostro gusto) e poi rotolate nello zucchero semolato.

     

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

2 Risposte a “Castagnole all’alchermes”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.