Crea sito

Pasta frolla salata – ricetta base

Pasta frolla salata – ricetta base: una ricetta che potrà risultarvi utile in mille occasioni, per la preparazione di torte salate, barchette, cestini da riempire con la farcia che preferite, ma anche salatini da ricoprire con semini croccanti e/o spezie profumate.

Vi rimando anche alle altre ricette base, nel caso abbiate bisogno di alternative particolari:

Base per torte salate alla segale senza uova e senza burro,

Pasta frolla salata vegan (senza burro nè uova)

Base per torte salate morbide da farcire

Un buon consiglio che vi do subito, per la buona riuscita della pasta frolla salata, così che per quella dolce, è di fare in modo che tutti gli ingredienti abbiano la stessa temperatura prima di iniziare ad impastare, in modo che si amalgamino perfettamente e più velocemente possibile.

Ricordate sempre che la pasta frolla, sia salata che dolce, va impastata brevemente con le mani possibilmente fredde, oppure con l’aiuto dell’impastatrice, usando il gancio K.

Pasta frolla salata - ricetta base
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura:
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 500 g di pasta base per una torta salata di grandi dimensioni, o uno strudel
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 250 g Farina (io tipo 0 ma va bene anche 00 oppure 1)
  • 160 g Burro
  • 2 Uova
  • 1 pizzico Sale
  • qualche cucchiai Latte

Preparazione

  1. Ho preparato la pasta frolla salata, mescolando velocemente in una terrina tutti insieme: la farina, il burro a tocchetti, due cucchiaiate di latte, le uova, tutto a temperatura ambiente ed il sale.
    Se doveste sentire che gli ingredienti fanno fatica ad amalgamarsi, aggiungete qualche cucchiaio di latte.
  2. Pasta frolla salata - ricetta base

    Ho formato una palla e messa a riposare in frigo una mezz’oretta, prima di stenderla con il mattarello e dargli la forma desiderata.

  3. Le basi per torte salate si possono anche cuocere senza il ripieno (cottura a vuoto o in bianco), appoggiandovi sulla base, un foglio di carta anti-aderente e sopra i classici fagioli (questi ultimi faranno sì col proprio peso, che la pasta non si deformi o si gonfi in cottura).

  4. In mancanza dei fagioli, per quanto riguarda tartellette, barchette ecc, una volta stesa la pasta nel loro interno, sovrapponetevi un altro stampino delle stesse misure.

  5. Per tante preparazioni dunque, il guscio si cuoce prima di inserire la farcia (a 180° per circa 20-30 minuti, ma il tempo dipenderà dalle dimensioni); va successivamente farcito e poi rimesso in forno altri 10 minuti per far sì che gli ingredienti si amalgamino e si sciolgano.

    Con questa doppia cottura, la pasta frolla salata risulta molto più friabile e croccante.

  6. Ovviamente, gli strudel e vari tipi di crostate vanno infornati con la farcia già all’interno (50-55 minuti di cottura a 180°).

Note

La pasta frolla salata, si può congelare ricoperta da pellicola trasparente per conservarla un paio di mesi.
Prima di utilizzarla basta avere l’accortezza di lasciarla scongelare lentamente, passandola in frigorifero la notte prima.
5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.