Crea sito

Pasta brioche – ricetta base a modo mio

Pasta brioche – ricetta base a modo mio

Pasta brioche: la pasta lievitata può essere utilizzata nelle più svariate preparazioni, sia dolci che salate, dipende dalla quantità di zucchero o di sale, alla presenza o meno del burro e delle uova.
Ecco la ricetta base della pasta brioche, quella che di solito uso per creare brioche, trecce dolci, dolci in genere adatti alla colazione ma non solo!

La pasta brioche - ricetta base a modo mio

Prima della ricetta della pasta brioche, ecco tre consigli importantissimi per ottenere un ottimo risultato:

– le uova devono assolutamente essere unite all’ impasto a temperatura ambiente altrimenti è a rischio la lievitazione

– il burro va incorporato solamente alla fine, e un pezzetto per volta, ci vuole tanta pazienta, ma il risultato sarà eccezionale

– dopo la lievitazione è utilissimo impastare nuovamente a mano, sopra una spianatoia leggermente infarinata, a lungo se possibile, in questo modo si svilupperà il glutine che creerà una perfetta alveolatura e l’ impasto, una volta cotto, risulterà soffice e morbido!

Ingredienti:

– 500 gr di farina manitoba
– 3 uova
– un cubetto di lievito di birra
– 200 ml di latte parzialmente scremato
– 120 gr di burro
– 120 gr di zucchero
– la punta di un cucchiaino di sale
– un cucchiaino di zucchero
– scorza di limone non trattato

Procedimento:

Ho preparare un “lievitino”, sciogliendo il cubetto di lievito e il miele in 75 ml di latte tiepido, poi ho aggiunto 75 g di farina.
Dopo circa 30′, l’ ho passato nell’ impastatrice con il gancio a uncino, con la rimamente farina, aggiungendo il latte rimanente, la scorza del limone grattugiata, le uova (mi raccomando a temperatura ambiente e leggermente sbattute) e lo zucchero.

Ho fatto andare a velocità bassa per una decina di minuti, ho poi aggiunto un pezzetto di burro alla volta (un pezzetto ogni due minuti circa).

Ho aumentato la velocità fino ad ottenere un impasto liscio e lucido.
Ho messo l’ impasto a lievitare un’ ora, coprendo con un canovaccio umido la ciotola a temperatura ambiente, poi l’ ho trasferito in frigo per la lunga lievitazione (12 ore).

Ho tolto l’impasto dal frigorifero, l’ ho lasciato un’ oretta a temperatura ambiente, poi l’ ho impastato un poco con le mani …. è ora pronto per le diverse creazioni!

Un’ idea…

Torta di rose dei Gonzaga con mandorle e marmellata di fragole

Torta di rose dei Gonzaga con mandorle e marmellata di fragole

Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

8 Risposte a “Pasta brioche – ricetta base a modo mio”

  1. paolaaa non è che sei venuta a spiarmi, questa è la mia pasta briosc,o la sua gemella uguale uguale che più uguale non si può, è vero riesce una meraviglia e le dosi sono perfette ciaooooo baci baci baci

    1. Ciao Cinziaaaa!!! questa è la pasta brioche che mi riesce più morbida e rimane uguale, come appena sfornata anche per più giorni! 😉 la proverò anche farcita come mi ha suggerito tu l’ altra volta! ps. non ho ancora avuto modo di fare il risotto con il limoncello ma conto di farlo al più presto! a presto! un bacio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.