Crea sito

Gnocchi verdi al pomodoro e timo

Gnocchi verdi al pomodoro e timo: appaganti, come nessun altro piatto!
Quando cuciniamo spaghetti, pasta corta o gnocchi, conditi con il condimento più facile, più pratico, e veloce che esista, la salsa al pomodoro, abbiamo la certezza di presentare a tavola un piatto semplice e gustoso che soddisfa tutta la famiglia, non è così anche per voi?
Questa volta ho voluto cimentarmi negli gnocchi con impasto agli spinaci e devo dire che, la consistenza finale mi ha piacevolmente colpito.
Vi confesso che era un po’ che volevo proporvela, ma avevo smarrito la scheda delle foto!
Una volta ritrovata in un cassetto ne ho approfittato subito per scriverla, prima che succedesse di nuovo.
Vi lascio qualche ricetta-base con gli gnocchi nel caso vogliate prendere ispirazione per il prossimo pranzo:
Gnocchi al semolino
Gnocchi di patate e carote
Gnocchi al ragu’

Gnocchi verdi al pomodoro e timo
  • DifficoltàMolto difficile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 700 gPatate farinose
  • 100 gFarina
  • 400 gSpinaci
  • 1 cucchiainoSale

per il condimento…

  • 400 gPassata o polpa di pomodoro
  • 100 gPomodorini ciliegino
  • 1 spicchioAglio
  • 4 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • q.b.Timo
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Ho lessato gli spinaci dopo averli mondati e ben lavati, in poca acqua salata e, a parte, in un tegame dai bordi alti, ho cotto le patate con la loro buccia fino a che i rebbi di una forchetta non entreranno agevolmente.

  2. Una volta cotti, ho scolato, strizzato e tritato al mixer gli spinaci fino ad ottenere una crema.

  3. Le patate invece, una volta cotte, le ho lasciate raffreddare qualche minuto, spellate e passate allo schiaccia-patate.

  4. Ho unito alle patate, la purea di spinaci, la farina e mescolato per amalgamare bene il tutto.

  5. nb. vi consiglio di non lavorare troppo l’impasto sennò, gli gnocchi una volta cotti diventeranno duri; per lo stesso motivo, non cedete alla tentazione di aggiungere farina, se non per infarinarsi le mani di tanto in tanto.

  6. Ho diviso l’impasto in più pezzi e formato dei filoncini dello spessore di due dita.

    Poi con un coltello, li ho tagliati a pezzetti che ho poi rigato facendoli scorrere sopra i rebbi di una forchetta con il pollice.

  7. Ho passato gli gnocchi sopra un canovaccio infarinato, in attesa di cuocerli.

  8. In una capiente padella, ho imbiondito l’aglio leggermente schiacciato ancora con la sua camicia, nell’olio. Ho tolto l’aglio, aggiunto la passata di pomodoro, qualche pizzico di sale, foglioline di timo sminuzzate, e fatto addensare.

  9. Sul finire, ho aggiunto i pomodorini tagliati in due e mescolato per qualche altro minuto.

  10. Ho cotto gli gnocchi in abbondante acqua salata, in più volte, togliendoli con la schiumarola, appena salgono in superficie.

  11. Gnocchi verdi al pomodoro e timo

    Ho passato gli gnocchi, mano a mano che sono cotti, nella padella del sugo, mescolato e servito ben caldi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

2 Risposte a “Gnocchi verdi al pomodoro e timo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.