Whoopie pie al basilico con mousse alla rosa

Print Friendly, PDF & Email

Whoopie pie al basilico con mousse alla rosa

Whoopie pie al basilico con mousse alla rosa: questi morbidi dolcetti, uniti assieme da una golosissima crema, si dice abbiano origine nella contea di Lancaster (ma ci sono alcune diatribe in corso, con lo stato del Maine) e sono uno dei più amati comfort food della Pennsylvania; la leggenda vuole che le mamme (nonne/mogli…), quando avanzava un pò dell’impasto delle torte, facessero cadere delle grosse gocce di pastella sopra una teglia da forno e le cucinassero per pochi minuti, ottenendo appunto, questi soffici biscotti, da offrire ai bambini o ai mariti, in modo che li portassero con sè, a scuola o al lavoro.

whoopie pie al basilico

Sempre secondo la leggenda, si dice che quando i bambini o i mariti, durante la merenda o la pausa pranzo, trovavano nei loro sacchetti questi dolcetti, gridassero “Whoopieeeee!” da qui il nome whoopie pie! 😀 In qualche zona della Pennsylvania sono chiamati Gob, ovvero goccia (ricordando appunto come sono fatti, da tante gocce di impasto)

I whoopie pie sono in genere al cioccolato e alla vaniglia, ma negli ultimi anni sono comparse infinite varianti; negli Stati Uniti, quelli alla zucca sono un must!

Ecco una mia interpretazione…

Ingredienti per 16 whoopie pie:

  • 75 gr di farina 0
  • 75 gr di farina di mais macinata fine (fioretto)
  • 50 gr di burro
  • 30 gr di zucchero
  • un uovo
  • 75 ml di latte parzialmente scremato
  • 30 ml di yogurt bianco
  • cinque foglioline di basilico
  • un cucchiaino di lievito per dolci  in polvere
  • un pizzico di sale

per la crema…


Procedimento:

Mentre il forno raggiungeva la temperatura di 180°, ho preprato l’impasto, mescolando in un recipiente capiente, lo zucchero assieme al burro a temperatura ambiente e il sale, fino ad ottenere una crema liscia.

Ho aggiunto, sempre mescolando, l’uovo, il basilico tritato finemente, il latte, lo yogurt, infine le farine setacciate assieme al lievito.

Con l’aiuto di un sac à poche, ho spremuto su un tappetino in silicone
per macarons 32 piccole porzioni di impasto, infornato e cotto per 15 minuti circa.

whoopies al basilico

nb. tenete presente che non devono dorare troppo, ma rimanere soffici, non sono biscotti… 😉 nel caso, coprite con un foglio di alluminio e terminate la cottura gli ultimi minuti, abbassando la temperatura a 160-170°.

Eccoli appena sfornati e passati a raffreddare sopra una gratella! 😉

whoopies al basilico

Mentre raggiungevano la temperatura ambiente, mi sono occupata della crema, mettendo in un pentolino anti-aderente il preparato per mousse dolce riso alla rosa, aggiungendo mescolando con un cucchiaio di legno, qualche cucchiaio di latte caldo, per evitare i grumi; sempre mescolando unito infine, il latte rimanente e cotto per 3 minuti a fiamma bassa, da quando raggiunge l’ebollizione.

Una volta a temperatura ambiente, ho farcito 16 whoopie pies, con la mousse ottenuta utilizzando il sac à poche,  e coperto con i rimanenti whoopie pies.

nb. questi deliziosi dolcetti da mangiare in un sol boccone si possono conservare in frigorifero per 3 giorni all’interno di un contenitore ermetico.

whoopie pies

Per la ricetta mi sono ispirata liberamente, ad un paio di ricette del libro:
Muffin & cupcake. E anche cakepop, whoopie, macaron, biscotti in 250 ricette.

This post has already been read 1986 times!

Precedente Pizza primavera con peperoni, olive e anacardi - metodo Bonci Successivo Lasagne alla bolognese - ricetta della mamma

8 thoughts on “Whoopie pie al basilico con mousse alla rosa

  1. Che bello il racconto della leggenda!!! Ero curiosissima di leggere la ricetta dal momento in cui ho visto la foto! Una bella idea anche per dei rinfreschini! La userò. Sei una certezza come sempre. Baciiii

  2. Non conoscevo questi dolcetti e molto carina la leggenda che li accompagna! Mi piace molto l’idea di farli in versione salata e con una particolare farcitura! Brava.

Lascia un commento