Crea sito

Torta salata ortolana con impasto senza burro

Torta salata ortolana con impasto senza burro: una fantastica torta salata dove protagoniste sono le verdure sott’olio lavorate con sapienza e passione dall’azienda Novella.
Nel mercato da ormai cinquanta anni, propone delizie sott’olio per impreziosire le nostre tavole, pronte da gustare o per aggiungere colore e sapore a tante ricette in maniera semplice o creativa.
L’antipasto ortolano con zucchine, peperoni, funghi è stato scelto per farcire il guscio croccante a base di segale senza burro che vi sto per andare ad illustrare.
Ho creato degli intrecci con la pasta rimanente, quasi a formare una crostata.
La base è molto più leggera della pasta sfoglia, e soprattutto molto più semplice da realizzare!
Non c’è bisogno di lavorarla a lungo né di sfogliarla, segnatevi la ricetta poiché vi tornerà utile nel caso dobbiate fare strudel, tartellette, crostate salate da farcire con verdure, formaggi, besciamella, salumi ecc.

A mano, con l’impastatrice oppure con la macchina del pane…
L’impasto della base si può ottenere mescolando gli ingredienti (tutti a temperatura ambiente) a mano, con l’impastatrice, scegliendo il gancio K oppure con la macchina del pane.
Se non avete mai provato, è giunto il momento: inserite sul fondo acqua e olio e sopra gli ingredienti secchi, poi avviare il programma “impasto pasta” per 6 minuti circa (quando si forma la pallina è pronta!), poi premete stop manualmente.
Questo programma potreste trovarlo con altri nomi nella vostra macchina del pane, comunque si tratta di quello che impasta a freddo (si usa per la pasta all’uovo per far le tagliatelle, le paste frolle ecc).

Torta salata ortolana con impasto senza burro
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni8 – 10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la torta salata ortolana con impasto senza burro

Strumenti

  • Terrina
  • Forchetta
  • Tagliapasta
  • Tortiera
  • Mattarello
  • Colino

Come preparare la torta salata ortolana con impasto senza burro

  1. Per prima cosa, passare sopra un colino le verdure sott’olio, scolandole dall’olio in eccesso, e tagliarle a pezzi non troppo piccoli.

  2. Mentre il forno raggiunge la temperatura di 190°, foderare di carta forno la tortiera, e in una terrina sbattere uova assieme a sale, pepe, formaggio spalmabile e panna.

  3. Stendere la base di segale senza burro (ricetta e passo-passo–> QUI ) aiutandovi con un mattarello leggermente infarinato, ritagliare gli eccessi e messi da parte.

  4. Distribuire le verdure sul fondo, ricoprire con il composto a base di uova, distribuire sopra la provola a pezzetti, creare una griglia con la pasta rimanente.

  5. torta salata ortolana

    Infornare (media altezza del forno) e cuocere per circa 45 minuti.

Come servire la torta salata ortolana

  1. torta salata ortolana

    Terminata la cottura, attendere qualche minuto a portiera socchiusa del forno, prima di estrarre la tortiera.

  2. Servire calda oppure tiepida, sopra un piatto da portata.

Come si conserva la torta salata ortolana

  1. Dovesse avanzare, potete conservarla all’interno di un contenitore ermetico per un paio di giorni, nel frigorifero.

  2. Scaldatela qualche minuto nel fornetto, quando desiderate consumarla, per farla tornare fragrante come appena sfornata.

Consigli e varianti

Al posto della farina di segale, potete utilizzare quella che preferite, integrale per esempio, o di avena o di farro…

Invece della tortiera potete utilizzare degli stampini mono-porzione da tartelletta, l’effetto finale è stupefacente!

La tortiera con cerniera apribile, mia compagna in cucina da ormai tanti anni, indistruttibile, lavabile anche in lavastoviglie, la potete trovare ad un costo bassissimo su Amazon– > QUI

Mentre se volete optare per gli stampini da tartelletta vi consiglio questi, sempre su Amazon –> QUI, che ho utilizzato per tante ricette di dolci come questi e questi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.