Tartine al salmone con insalata russa e cetriolini

Tartine con salmone, insalata russa e cetriolini: semplici da fare e sfiziosissime! Un antipasto da servire ai vostri ospiti per aprire il pranzo o la cena, durante un aperitivo o in occasione di qualche festa a buffet.
Se non avete molto tempo a disposizione per mettervi ai fornelli, queste tartine fanno proprio al caso vostro poichè si realizzano in poche e facili mosse e piacciono proprio a tutti!
Con questi ingredienti riuscirete a farne 12-14 di medie dimensioni con il salmone e una ventina di fiorellini con crema di formaggio ai pomodori secchi e bocconcini di mozzarella da mangiare in un sol boccone.

Tartine al salmone con insalata russa e cetriolini
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Porzioni12 – 14
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gPane da tramezzino (fette maxi)
  • 150 gSalmone affumicato
  • 250 gInsalata russa
  • 100 gCetriolini sottaceto

Strumenti

  • Formina

Preparazione

  1. Ho tagliato metà del pane da tramezzino a cerchietti con dei coppa pasta da circa 10 cm di diametro, farciti con l’insalata russa.

  2. Tagliato il rimanente pane a cerchietto e tolto la parte centrale con delle formine per biscotti a forma di fiore (i fiorellini che rimarranno utilizzateli per fare altre tartine (io con crema di formaggio allo yogurt mescolata a qualche cucchiaio di salsa di pomodori secchi e un bocconcino di mozzarella).

  1. Tartine al salmone con insalata russa e cetriolini

    Al centro ho aggiunto qualche pezzetto di salmone e delle rondelle di cetriolino (chi preferisce, può aggiungere anche un ciuffetto di maionese).

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Antipasti & stuzzicherie, Raccolta ricette di Natale
Paola

Informazioni su Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

Precedente Pere noci speck in guscio di pasta frolla salata Successivo Il tempio indù a Victoria nell'isola di Mahè

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.