Crea sito

Szarlotka – torta di mele polacca

Szarlotka torta di mele polacca

Di torte di mele ne esistono di un’infinità di varianti, ogni nazione ha la sua ricetta del cuore, e spesso, non una sola, a volte varia da regione a regione… quella che a me ha colpito di più, è la Szarlotka che ho avuto il piacere di assaggiare durante un paio di indimenticabili viaggi in Polonia.

Si tratta di una friabile pasta frolla ricoperta da una deliziosa composta di mele e abbondante cannella; caratteristiche di questa variante che la distinguono dalle altre classiche torte alle mele sono:

– la frolla contiene anche l’albume e risulta più elastica

-le mele prima di unirsi alla frolla sono cotte quasi come una confettura

– la superficie è ricoperta da briciole dalla pasta frolla avanzata

– la cannella è abbondante

– la cottura in forno avviene in due step, ciò rende la base friabile e croccante al punto giusto!

Risultato: una torta dalla bontà unica! non per niente erano mesi che stavo cercando disperatamente la ricetta originale!
La fortuna ha voluto che l’amica del blog I sapori di casa (che ringrazio molto! —–> QUI la sua variante) fosse in possesso della ricetta originale donatale da un polacco!

Ingredienti per la base:

– 350 gr di farina (più quel che basta per stendere la pasta)
– 100 gr di zucchero
– 150 gr di burro
– 1 uovo
– un cucchiaino di lievito in polvere per dolci
– un pizzico di sale

in più…

– 750 gr di mele (ho usato delle Fuji-Melinda)
– 250 gr di zucchero
– 2 cucchiaini rasi di cannella
– 2-3 cucchiai di succo di limone
– zucchero a velo qb

Procedimento:

Per prima cosa ho preparato la frolla mescolando velocemente in una terrina tutti insieme: farina e lievito setacciati, uova, zucchero, burro tagliato a pezzettini appena tolti dal frigo e sale, formato una palla e messa a riposare in frigo.
NB. Se sentite il composto troppo morbido (dipende dalla grandezza delle uova utilizzate) aggiungete un cucchiaio di farina.

Nel frattempo ho lavato, sbucciato e tagliato a pezzettini le mele, che ho poi passato in una padella assieme al succo di limone, zucchero e cannella.

Ho cotto come se fosse una marmellata, fino a che lo zucchero ha cominciato a caramellare (i pezzettini di mela non si devono sciogliere completamente).

Ho lasciato raffreddare.

Trascorsa mezz’oretta, ho ripreso il panetto e l’ho steso sopra un tappetino di silicone, non troppo sottilmente (un cm almeno) col mattarello leggermente infarinato.

Ho usato la tortiera capovolta per prendere le misure per il cerchio di frolla che farà da base, poi dalla pasta rimasta ho ottenuto la striscia per coprire completamente l’altezza del bordo.
NB. tenete da parte un poco di frolla che servirà per fare le briciole per la copertura.

Szarlotka

Con la frolla preparata ho ricoperto due tortiere anti-aderenti (18 cm di diametro); ve ne consiglio una da 24cm così ne ottenerrete una sola ma con più ripieno! 😀

Ho cotto in forno a 180° (già caldo) le mie basi.
NB. per non farle gonfiare ho usato il metodo dei fagioli secchi: due pugni per tortiera sopra un disco di carta-forno.

Trascorsi 25 minuti le ho tolte dal forno per ricoprirle con la composta di mele ormai a temperatura ambiente e per finire, briciole di frolla.

Szarlotka torta di mele polacca

Ho rimesso in forno per altri 15 minuti.

Quando le briciole cominciano a prendere colore, è cotta!

Ho spolverizzato con un pò di zucchero a velo e… chi gradisce la prima fetta?!

Szarlotka torta di mele polacca

NB. La szarlotka può essere servita anche tiepida, accompagnata da panna acida oppure da una pallina di gelato alla vaniglia!

Con questa ricetta partecipo al contest IL VIAGGIO IN UN PIATTO

proposto dal blog La cascata dei sapori.

il viaggio nel piatto

Vai all’elenco completo dei dolci —>

ricettario dolci tentazioni

o torna alla —> [maxbutton id=”1″]

Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

25 Risposte a “Szarlotka – torta di mele polacca”

  1. Buooooooona, si può mettere anche meno zucchero con le mele, si può restituire anche con soli 30g di miele, la frutta è già dolce!

  2. Quanto mi piace imparare nuove ricette soprattutto se sono di paesi diversi 🙂 questa poi sembra così golosa, io devo provarla ma soprattutto mangiarla! Non resisto!

    1. Te la consiglio Luna! ^_^ anche io sono molto incuriosita dalle ricette degli altri paesi, spero al più presto di aumentare il numero delle ricette della nuova sezione estera! 😉 un bacio a presto!

  3. Ma sai che una mia amica polacca mi ha dato una ricetta che è un’altra versione di questa torta di mele. Le mele non sono cotte prima ma si mettono crude a fettine spolverizzate di cannella. Sopra le briciole di pasta sono al cacao. Quando è cotta viene decorata con ciuffi di meringa e quindi ri-cotta altri 5 minuti. La voglio rifare molto presto.
    Ottima anche la tua versione. Ciao!

    1. Ciao Natascia! grazie di esserti fermata nella mia cucina!
      Molto invitante anche la sharlotka con la meringa sopra, l’ho vista solo una volta servita nei ristoranti in Polonia, ma io ho sempre scelto la versione base 🙂
      Sicuramente da provare! se hai la ricetta linkamela pure qua, oppure sulla mia pagina fb sarei felice di provarla! 😉
      Buona giornata!

  4. ciao Paola, buonissima questa crostata, ne ho fatta una anche io oggi con farina integrale, marmellata di albicocche fatta dalla gabry e mele.volevo anche dirti che ho avuto problemi con il cell e non ho piu il tuo numero, se hai ancora il mio mandami un mess cosi lo rimemorizzo ciao un abbraccio

    1. Ciao Cinzia! che bello rivederti! chissà che buona la crostata integrale con la marmellata della Gabry! le marmelaate fatte in casa son sempre le migliori… è inutile, non ci sono paragoni!
      ps. provvedo subito a spedirti il numero!

      Un bacione buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.