Sogliole fritte con polenta e broccoli pastellati

Sogliole fritte con polenta e broccoli pastellati

Da piccola amavo (e amo tutt’ora) il pesce, questo amore me lo ha tramandato il mio caro nonno materno…

Ero così cocciuta, da piccola (qualcuno direbbe “perchè ora no!?!” 😀 ) che mi sono messa in testa che all’asilo non ci avrei mai messo piedi, e così è stato, anche se per settimane mi hanno minacciato di farmi venire a prendere dai Carabinieri!

Io sto meglio a casa, io sto bene con il nonno! mi insegnerà lui a leggere e a scrivere, e molto meglio di tutte le maestre, di tutti gli asili del mondo, messe assieme!

Non c’è stato verso: … io all’asilo non ci sono mai andata e come avevo previsto, il nonno, assieme naturalmente, alla nonna e alla mamma, entrambe maestre di scuola elementare, mi insegnarono a leggere e a scrivere perfettamente, tanto che alla fine, scelsi assieme a loro, di andare alle elementari un anno in anticipo…. e quel che più importa: felice e contenta!

Hemmm se devo essere sincera il primo giorno piansi le prime due ore e feci chiamare al piano di sopra la mamma … se non volevano gli facessi scoppiare le vetrate con quel piagnisteo dovettero accontentarmi! ma questo rimanga un segreto fra di noi capito?! 😛

Ma piansi solo il primo giorno…. dopo di chè diventai un’allieva modello! 😛

Ma facciamo un passo indietro:

io, piccola testarda di appena 4-5 anni, trascorrevo le mie mattinate con il nonno, il quale, appassionato di cucina, mi leggeva i libri di cucina come se fossero fiabe, mi portava al mercato in bicicletta a comprare la frutta e la verdura, insegnandomi nomi e utilizzo, mi accompagnava in macelleria facendomi scegliere le fettine, al mercato ittico a scegliere il pesce almeno una volta a settimana.

Una volta arrivati a casa, si cucinava, ed era sempre una gran festa!

Questo che vi presento, che mi fa tornare indietro di tanti anni, è un piatto tipico del venerdì, sembra strano vero? una bambina che ama il pesce, ebbene sì… “alzi la mano chi di voi bambini ama il pesce….. in quanti siete?! non tanti vero?“… per non parlare dei broccoli!… nessun bambino ama i broccoli!!!!!

Ricordo quel piattone rotondo con tante sogliole fritte che formavano una piramide…. tante…tantissime sogliole…. profumate, croccanti…  a fianco una terrina stracolma di verdure pastellate, a volte zucchine, a volte fiori di zucca a seconda della stagione, oppure broccoli, cavolfiori, melanzane…. una vera squisitezza!

Sopra uno dei fuochi, la bistecchiera più grande, dove le fettine di polenta sfrigolavano ed erano le ultime ad essere tolte dal fuoco, in modo che arrivassero a tavola bollenti!

Ingredienti per 4 persone:

– 8 sogliole di medie dimensioni (a seconda della fame! e se volete formare una piramide, molte di più) 😛

– farina 00 qb per infarinare

– olio per friggere

– sale qb

per la polenta…

– 350 gr di farina da polenta gialla

– 1 litro e mezzo di acqua

– 2 cucchiaini rasi di sale

– 2 cucchiai di olio extra-vergine

per la verdura pastellata…

– 20-24 cimette di broccolo

– 150 gr di farina 00

– un uovo + un tuorlo

– mezzo bicchiere di acqua gassata

– olio per friggere qb

– sale qb

Procedimento:

Per prima cosa mi sono occupata del broccolo: diviso a cimette, lavato accuratamente sotto l’acqua corrente e sbollentato in abbondante acqua bollente leggermente salata per 5-6 minuti.

Una volta cotto, l’ho scolato e lasciato raffreddare e sgocciolare in uno scolapasta.

In una terrina ho preparato la pastella, mescolando prima le uova con la farina con una forchetta, poi aggiungendo un pizzico di sale e, a filo, l’acqua gassata, fino a che non si ottiene una consistenza nè troppo liquida, nè troppo densa (ne servirà comunque circa mezzo bicchiere).

Una volta raffreddate le cimette di broccolo, le ho immerse nella pastella una per volta e fritte in abbondante olio di arachide (io preferisco questo perchè ha un elevato punto di fumo).

Una volta cotte (quando cominciano a dorare sono pronte) le ho tolte dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e messe a perdere l’unto in eccesso sopra della carta assorbente.

sogliole fritte

La polenta va preparata in anticipo, generalmente la preparo la sera prima, così, il giorno seguente la trovo solida al punto giusto, pronta per essere tagliata a rondelle.

Io la faccio in questo modo:

Metto a bollire l’acqua in una pentola capiente, aggiungo il sale e poco per volta la farina, mescolando inizialmente con una frusta a mano, poi con un cucchiaio di legno.

Cuocio per una mezz’oretta, dopo di chè la verso in una pirofila e lascio solidificare.

Con un coppa pasta ottengo tanti cerchietti e li metto a fare la crosticina sopra una bistecchiera anti-aderente leggermente unta di olio (mi aiuto con uno scottex).

Perchè vengano belle croccantine servirà una mezz’oretta.

E’ il momento delle sogliole:

Sopra un tagliere, con l’aiuto di un coltello affilato, ho tolto le pinne e la coda, poi, la pelle, solo quella scura (la bianca si lascia) tirandola via dalla parte della coda con un gesto preciso e veloce (tipo quello per togliere le strisce per la ceretta! 😀 ), non è difficile ve lo assicuro!

Ho inciso sotto la testa per pulirla dalle interiora, infine ho tolto la testa e lavato bene sotto l’acqua corrente.

Ho infarinato le sogliole solo dopo averle ben asciugate con dei fogli di carta assorbente e fritte in padella, con abbondante olio bollente, 2 minuti per lato (quando cominciano a dorare sono pronte).

Le ho tolte dall’olio con una schiumarola e le ho messe sopra qualche foglio di carta assorbente.

Un pizzico di sale e sono pronte per essere servite assieme alle cimette di broccolo pastellate e due belle fettine di polenta bollente!

Non ci resta che assaggiarle tutti insieme! 🙂

 Questa ricetta è stata scelta come vincitrice del contest “Ricordi d’Infanzia in un piatto” di Una Favola in tavola “Il Mondo di Ortolandia”

“Ricordi d’Infanzia in un piatto”

torna alla —>Home page

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

This post has already been read 1553 times!

Print Friendly, PDF & Email
Secondi di pesce, Secondi, contorni & uova , , , , , ,
Paola

Informazioni su Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

Precedente Sformatini di panettone con cioccolato bianco Successivo Pane ai tre colori

8 thoughts on “Sogliole fritte con polenta e broccoli pastellati

  1. E’ bello venire a conoscenza di qualche aneddoto della nostra vita attuale o passata e sei stata tenerissima a raccontarci tutto ciò 🙂 Auguri per il contest e per me con una ricetta così golosa hai vinto in partenza 😉

  2. Paola, è fantastica questa ricetta, davvero stuzzicante e gustosa! Che bello essere cresciuta con l’affetto dei nonni, anch’io ho avuto questo privilegio avendo avuto i nonni paterni che hanno vissuto quasi sempre insieme a noi…mi mancano tanto…Ti abbraccio forte cara amica, Mary

    • Paolailnuovopiaceredeisensi il said:

      Grazie infinite carissima Mary! non sai come mi fa piacere averti qui!
      Questo piatto così semplice negli ingredienti, racconta una storia importante … guardandolo, mangiandolo, ritornano alla mente particolari che seppur lontani nel tempo sembrano così vicini… cucinare i piatti di un tempo mi fa sentire vicina in un certo senso, ai miei cari nonni…
      un abbraccio amica mia! a presto!

  3. Vorrei fare un minuto di silenzio e raccoglimento per…. assaporare tutto questo meraviglioso piatto!!! Quella sogliola dice “mangiami mangiami”… e i broccoli con la polenta… un tripudio!!! se volevi farmi venire famissima ci sei riuscita. E brava Paola ^_^

    • Paolailnuovopiaceredeisensi il said:

      Visto quant’è appetitoso questo piatto Fulvia?! 😛 un piatto davvero invitante.. anche a me viene l’acquolina in bocca quando ci penso! 😀 mentre friggo… mi metterei ad assaggiare qualche pesciolino! ehehehe
      a presto carissima Fulvia! un bacione!

  4. Paola, che bella la tua “storia” e l’amore con il quale hai raccontato questa straordinaria ricetta: semplice negli ingredienti e di una bontà unica! La inserisco subito nel contest… in bocca al lupo!
    p.s. le mie bimbe (9 anni e 2 anni e mezzo) adorano il pesce, i broccoli e la polenta!!! hihihihi

    • Paolailnuovopiaceredeisensi il said:

      Non è possibileeeee 😀 pensavo di essere stata l’unica al mondo a mangiare questi alimenti… e come se non bastasse anche tutti e tre insieme! 😀
      Grazie Manuela sei sempre gentilissima! Un abbraccio e grazie!

Lascia un commento