Madeleines al limone

Print Friendly, PDF & Email

Madeleines al limone

Madeleines al limone: esistono molte varianti della ricetta di questi morbidissimi bocconcini dolci di origine francese, questa è quella che mi diede più di vent’anni fa, una ragazza francese con cui mi scrivevo ai tempi della scuola; ho provato solo qualche anno fa a farli, poichè prima non avevo lo stampo apposito che gli dona quell’aspetto caratteristico a forma di conchiglia…

madeleines al limone

Questi soffici dolcetti sono diventati famosi in tutto in mondo per l’associazione con l’opera di Proust (À la recherche du temps perdu) nella quale il narratore mentre gusta una madeleinette (ovvero una piccola madaleine) rievoca momenti legati alla sua infanzia… (una curiosità: in una prima stesura la madaleine era una fetta di pane abbrustolito, nella seconda una fetta biscottata… solo nella terza, Proust pensò ad una madelaine).

Il loro nome, per tradizione, si dice risalga al culto di S.Maria Maddalena, la donna che vide per prima Gesù risorto la mattina di Pasqua e che portò l’annuncio della sua risurrezione.

Altre fonti dicono che fu una pasticcera del XIX secolo a dargli il nome, Madeleine Paulmier, che lavorò per Stanisław Leszczyński, il cui genero, Luigi XV di Francia, decise di dare il suo nome ai morbidi dolcetti in suo onore.

Ingredienti:

  • 100 gr di farina 00 (più quel che basta per infarinare lo stampo)
  • 30 di amido di mais (maizena oppure amido di frumento)
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 70 gr di burro (più quel che basta per imburrare gli stampi)
  • 2 uova
  • mezzo limone non trattato
  • un cucchiaino di lievito per dolci in polvere
  • un pizzico di sale


Procedimento:

In un capiente recipiente, ho montato con le fruste elettriche, le uova assieme allo zucchero, aggiunto il burro precedentemente fuso a bagno-maria o al microonde, un cucchiaio per volta, mescolando a bassa velocità, infine il succo del limone.

Ho aggiunto, farina e lievito setacciati, poco per volta, un pizzico di sale e la buccia grattugiata del limone, avendo cura di mescolare bene fino ad ottenere una crema liscia e vellutata.

Ho passato il composto in frigorifero, mentre il forno raggiungeva la temperatura di 190° e spennellavo gli stampi per madaleines con poco burro.

Ho tolto il composto dal frigorifero, mescolato un attimo, distribuito negli stampi riempendoli per 2/3 e infornato per circa 10 minuti.

nb. le madeleines al limone sono cotte appena prendono colore, ho diminuito la temperatura del forno a 170° qualche minuto prima che fossero pronte.

Una volta cotte, le ho ho lasciate nel forno con la porta aperta, qualche istante, dopo di che, le ho lasciate raffreddare completamente prima di toglierle dagli stampi e cospargerle di zucchero a velo.

madeleines al limone

Le madelaines si prestano a infinite varianti: 

  • acqua di fiori di arancio o essenza di vaniglia al posto del limone e poco latte in sostituzione del succo di limone
  • cacao amaro in polvere in sostituzione a 30 gr di farina per ottenere la versione al cacao
  • cannella e buccia di arancia per una versione calda ed intrigante
  • un bicchierino di limoncello o del vostro liquore alla frutta preferito, al posto del succo di limone
  • qualche cucchiaio di nocciole o mandorle tritate in aggiunta all’impasto per un tocco in più

… e libero spazio alla fantasia!

This post has already been read 7669 times!

Precedente Maltagliati con piselli e carote Successivo Lenticchie e fagiolini con peperoni in agrodolce

6 thoughts on “Madeleines al limone

  1. Mangiate sempre comprate lo ammetto….mai fatte perchè ancora non mi decido a comprare lo stampo!!!!!!! Intanto mi gusto le tue e magari mi decido 🙂

    • PaolaPaola il said:

      ahahahahah ma veramente?!? Allora sono stata fortunata, visto che è stata la prima volta che li facevo! 😀 un bacione e grazie!

Lascia un commento