Leggende polacche: le cose di ogni giorno raccontano segreti

“Le cose di ogni giorno raccontano segreti
a chi sa guardare ed ascoltare.
Per fare un tavolo ci vuole il legno
per fare il legno ci vuole un albero
…. per fare tutto ci vuole un fiore”

“Ci vuole un fiore” (Sergio Endrigo)

Quale filo logico mette in relazione questa filastrocca canzone (assistente scopritrice di sorprendenti segreti) con le leggende polacche? La domanda sorge spontanea, come direbbe il Gigi nazionale (Marzullo, non Buffon), ma la risposta non è poi cosi complicata come potrebbe sembrare.

La chiave, o meglio i segreti, per giungere alla risposta sta tutta nel ritornello: “per fare tutto ci vuole un fiore”; cioè, qualsiasi cosa noi osserviamo viene da lontano, possiede delle origini.

E ogni popolo, i suoi segreti, la sua storia, la sua identità sono da ricercare nelle proprie origini. E come possiamo ricostruire la storia degli oggetti che ci circondano, così si può capire molto della storia dei popoli semplicemente ascoltando le loro leggende, anche se il più delle volte sembrano più il frutto della fantasia che una storia vera. Ma a chi sa guardare ed ascoltare raccontano i segreti di un popolo.

Mai ci era capitato, durante i nostri viaggi, di ascoltarne e leggerne così tante come in Polonia. Non so se ciò sia dovuto al fatto di voler scoprire molto di questa terra o se essa ne sia veramente ricca per non dimenticare il suo passato e, soprattutto, tramandarlo alle generazioni future; alla fine il fine ultimo (scusate il gioco di parole) è proprio questo.

Bando alle ciance, ciancio alle bande provo a raccogliere qui i racconti favol-mitologici che hanno accompagnato la visita in molti luoghi del nostro tour. Molte, forse, saranno già conosciute, qualcuna no.

Un tempo si diceva che gli italiani erano popolo di santi, poeti e navigatori; oggi invece ci sentiamo tutti un pò più Indiana Jones o novelli Harry Potter. Non importa come ti senti, in fin dei conti tutti e due avevano come obiettivo la scoperta dell’ignoto, del segreto. A voi il compito di scoprire quali segreti si celino dietro le leggende polacche.

Ecco la prima: Ujazd e Krzyżtopór tra storia e leggenda

ujazd e Krzyżtopór tra storia e leggenda
Polonia, Touriosando
Arkifood

Informazioni su Arkifood

Ha riunito in se le caratteristiche dell'architetto e dei designer cercando di applicarle in cucina. Il risultato che ne verrebbe fuori, se non fermato in tempo, una cattedrale nel deserto della cucina o una pietanza esteticamente da ammirare ma immangiabile. Nonostante molti sapori siano del tutto ignoti al suo palato (ma non all'olfatto) gode di inesauribile fiducia da parte della Bondgirl Paola che gli ha rinnovato la sua "licenza di cucinare" trasformandolo a volte in Jean Food 007 "Mission Impossible"

Precedente Pizza con tonno e misticanza Successivo Cetrioli e pomodorini in salsa di yogurt piccante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.