Crea sito

Impastatrice vs Macchina del Pane

Impastatrice vs Macchina del Pane

Se da tempo non sapete decidervi su quale delle due acquistare, questo è l’articolo che fa per voi!


Considerazioni iniziali

Ancora prima di venire costretti ad inventarsi le giornate rinchiusi tra le mura domestiche sempre più vi è stato il riscoprire abitudini che andavano pian piano scomparendo. Tra queste, senza dubbio, rientra il piacere di prodursi il pane in casa.

Ma se i nostri antenati erano soliti armarsi di un buon olio di gomito, la tecnologia ai giorni nostri certamente viene in nostro aiuto con strumenti che limitano, o annullano del tutto la fatica manuale.

Forse togliendoci il piacere di mettere le mani in pasta, o meglio nell’impasto, ma con i ritmi sempre più frenetici il ricorrere a questi mezzi è senz’altro una vera e propria manna dal cielo.

Vengono in mente in particolare l’impastatrice e la macchina del pane. Si, occhei, belle parole sino ad ora, bella scoperta. Lo sapevamo tutti che avevamo la possibilità di ricorrere a questi due strumenti. Non abbiamo mai capito, però, se fosse meglio comprare una o piuttosto l’altra.

Quale avete comprato? Nessunaaaa? Come nessuna; volete dirci che avete passato tutto questo tempo ad arrovellarvi inutilmente nella speranza che piovesse altra manna dal cielo portandovi la soluzione al vostro problema? Non possiamo crederci.

In realtà qualcuno arriverà a dire anche che ha eliminato il problema alla radice. Non ha mai iniziato a prendere in considerazione quale fosse più adatta alle proprie esigenze.

Ed è per questo che cerchiamo di venirvi incontro, nella speranza tu riesca a trovare la retta via per una probabile scelta definitiva; anzi, ne siamo certi.

Quando arriverai alla fine dell’articolo ti immagino già dentro un negozio di elettrodomestici con l’assoluta certezza e consapevolezza di dove orientare la scelta. Al massimo, ancora seduta al tuo tavolo in cucina pronta ad ordinarla on line.

Bene, fatte le dovute considerazioni iniziali veniamo al dunque. Siamo sicuri che negli anni avrai già fatto altri acquisti importanti e, molto probabilmente, le prime domande che ti sei posto nell’approccio all’acquisto sono state:

  • quale utilizzo ne devo (o ne voglio fare)
  • quanto sono disposto a spendere

Quanto sono disposto a spendere

E’ vero, lo avevo considerato come secondo criterio per la scelta tra impastatrice e macchina del pane. Perchè parlarne invece subito?

Possiamo considerare i due fattori intercambiabili nell’ordine di importanza su cui basare la scelta. Cerchiamo di spiegarci meglio.

Sulla base di racconti di conoscenti che ne descrivono le indubbie qualità di una o dell’altra, oppure dopo mesi di indecisioni, finalmente mi faccio forza e mi getto sull’acquisto. Probabile che, essendo più d’impulso che ragionata, la mia scelta sarà dettata quasi esclusivamente dalla convenienza in termini di esborso finanziario.

Altrettanto facilmente, una volta acquistato, l’oggetto che molte notti non ha fatto chiudere occhio si rivelerà inadatto alle mie esigenze rischiando di vederlo giacere per i prossimi due tre anni nel vostro garage, magazzino o impolverato in qualche anta della vostra cucina.

Diventando un nuovo dispensatore (a titolo gratuito) dell’impastatrice e/o macchina del pane quando troverai chi è disposto a ricavare uno spazietto nel suo super attrezzatissimo piano di lavoro. Tanto è arrivata gratis.

Nella definizione del prezzo entrano in gioco diversi fattori tra i quali:

  • nome del marchio o del brand: più è conosciuto, più è di tendenza più alto sarà il prezzo di acquisto a parità di uno con caratteristiche tecniche uguali o simili ma con un brand di minore impatto;
  • design: e si, si sa, al giorno d’oggi non è sufficiente che l’oggetto dei nostri desieri sia funzionante ad assolvere il compito cui è chiamato ad assolvere. Deve essere anche bello esteticamente, con delle linee sinuose da mimetizzarsi perfettamente con il resto dell’arredamento;
  • materiale di costruzione: certo ho speso pochissimo, ma mi ritrovo con un ammasso di plastica, anche di bassa qualità e dopo pochi utulizzi è già da buttare via perchè si è rotto. Vale sempre il detto, chi meno spende più spende.
  • funzioni: maggiori opzioni di scelta offre il mezzo tecnologico più facile sia costretto a spendere qualcosina in più.

A questo punto, se state ancora leggendo, avrete sicuramente capito che è fondamentale partire sempre ponendosi prima la domanda: quanto sono disposto a spendere?


Nella assegnazione del budget da destinare all’acquisto siate flessibili.
Definite un range entro il quale potervi muovere in tranquillità e serenità


Simili o differenti

Bene, amici, sono stati compiuti notevoli passi in avanti rispetto all’indecisione iniziale che bloccava qualsiasi altra azione.

Avete già effettuato due scelte importantissime: deciso l’acquisto e definito il budget. Ancora qualche piccolo step ed avrete il quadro ben delineato.

Prima di rispondere alla domanda quale utilizzo ne devo (o ne voglio) fare sarebbe necessario domandarsi cosa posso fare con le due attrezzture valutando quanto differenti siano in realtà. O quanto simili.

Si chiama Macchina del Pane ma diventa riduttivo pensare serva esclusivamente alla panificazione. Naturale, comunque, ne sia l’utilizzo principale.

Una MdP con funzioni avanzate permette, per esempio, di poterla usare anche in singole fasi di lavorazione. Solo impasto, solo cottura o solo riscaldamento alcuni esempi. Possiamo utilizzarla anche per la preparazione di confetture, marmellate fino ad arrivare all’intero ciclo di lavorazione di una torta.

L’impastatrice, oltre alla funzioni possibili con i diversi ganci (di norma vengono forniti in dotazione gancio ad uncino, a filo e a foglia) può assolvere al compito di tritare, frullare, centrifugare, ecc. Solo per fare alcuni esempi. Condizione necessaria che si abbiano in dotazione altri componenti da installare di volta in volta sul corpo principale.

Tutti da comprare a parte. Comunque. Fatta esclusione se si opta di un modello di ultima generazione (Bimby o simili, tanto per fare alcuni nomi), l’impastatrice non include la funzione cottura e, di conseguenza, la possibilità di riscaldare gli ingredienti


Conclusioni

Concludendo; tenuto in debito conto di tutte le considerazioni fatte sin qui appare evidente come, a parità di prezzo, optando per l’acquisto di una Macchina del Pane riesciamo ad avere un attrezzatura di partenza più completa.


Hai deciso per l’acquisto della Macchina del Pane e non sai come orientarti nella scelta del modello: leggi la guida

ricette con la macchina del pane

Raccolta ricette con la macchina del pane

In questa sezione troverete tante ricette di pane, dal più tradizionale a quello più fantasioso, dolci lievitati ma anche marmellate e confetture, e torte per la colazione che non necessitano della lievitazione.

Arkifood

Pubblicato da Arkifood

Ha riunito in se le caratteristiche dell'architetto e dei designer cercando di applicarle in cucina. Il risultato che ne verrebbe fuori, se non fermato in tempo, una cattedrale nel deserto della cucina o una pietanza esteticamente da ammirare ma immangiabile. Nonostante molti sapori siano del tutto ignoti al suo palato (ma non all'olfatto) gode di inesauribile fiducia da parte della Bondgirl Paola che gli ha rinnovato la sua "licenza di cucinare" trasformandolo a volte in Jean Food 007 "Mission Impossible"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.