Grissini alle mandorle, rosmarino e Syrah

grissini alle mandorle e rosmarino

Grissini alle mandorle, rosmarino e Syrah

Questi gustosi e appetitosi grissini alle mandorle sono uno stuzzichino goloso da servire a tavola al posto del pane, sono l’ideale per un aperitivo informale, accompagnati magari, da un buon bicchiere di vino! Il vino rosso Sirah, aggiunto all’impasto, dona un sapore unico e avvolgente, il malto, intensamente profumato di caffè appena tostato, dà quel tocco di magia che rende questi grissini alle mandorle irresistibili!

In questi giorni sono arrivate le tanto attese farine Petra del Molino Quaglia: Non una farina qualunque, la farina!
Si tratta di grano (100% italiano) che viene schiacciato per far sì che tutti i suoi componenti più preziosi e nobili, tra cui il famoso germe di grano, vengano trattenuti all’interno e non subiscano alterazioni.

Tre sacchi da 5 kg… acquistati tramite Foodscovery!

Foodscovery: prodotti tipici sulla tua tavola

farine petra

Non vedevo l’ora di provarle! Per questi grissini, ho usato la farina Petra 1, una farina di grano tenero 100% italiano, macinata a pietra in purezza. Petra nasce da una miscela di grani pregiati, accuratamente selezionati tra le origini più gustose e più proteiche, “spremuti”  per estrarre nella giusta proporzione tutti gli elementi nutrizionali del chicco.

Ingredienti:

– 500 gr di farina Petra 1

– 25 gr di malto tostato attivo (in alternativa 15 gr di lievito di birra e la punta di un cucchiaino di zucchero o miele)

– 230 ml di acqua

– 5 cucchiai di vino rosso Syrah

– 2 cucchiai di olio extra-vergine di oliva

– 2 cucchiaini di sale

– 60 gr di mandorle sgusciate

– 2 cucchiai di rosmarino secco in polvere

– pepe verde qb

Procedimento:

Su una spianatoia, ho messo la farina (tenendone da parte qualche cucchiaio) e il malto a fontana, fatto un buco al centro, aggiunto olio e vino e cominciato ad impastare aggiungendo poco per volta, l’acqua tiepida.

Quando il tutto comincia ad amalgamarsi, ho aggiunto il sale, le mandorle tagliate a pezzettini, qualche macinata di pepe verde, il rosmarino in polvere e, impastato fino ad ottenere una pasta compatta.

Ho cosparso il piano di lavoro con la farina rimasta e ho steso l’impasto con il mattarello, formando un rettangolo (va bene anche se irregolare) di uno spessore di circa un centimetro.

Ho coperto con della carta anti-aderente e lasciato lievitare per un’ora buona.

Trascorso il tempo, con una rotella taglia-pizza, ho ricavato tante striscioline che ho poi arrotolato su se stesse e depositate sopra una leccarda ricoperta di carta-forno.

grissini alle mandorle e rosmarino

Ho infornato in forno già caldo, a 200° per circa 18-20 minuti.

Eccoli pronti per essere gustati! 😉

nb. i grissini alle mandorle sono buoni appena sfornati, se ne avanzano (difficile!) congelateli tranquillamente! 

Grissini alle mandorle, rosmarino e Syrah

Il Syrah o Shiraz è un vitigno a bacca rossa dalle origini controverse: alcuni, infatti, ritengono che la sua provenienza sia l’Iran mentre altri pensano che le sue radici storiche siano legate al territorio di Siracusa, dal quale si sarebbe poi disperso per poi essere reintrodotto in Italia dalla vicina Francia.Il Syrah dà un vino di colore rosso rubino dalle sfumature violacee e dal profumo intenso e fruttato con sentori di piccoli frutti neri e spezie, tra le quali appare evidente il pepe nero; in bocca presenta una buona struttura e persistenza, è morbido e abbastanza fresco con una media tannicità. (fonte: wikipedia)

syrah

Con questa ricetta partecipo alla 3° Raccolta: La cucina dei desideri segreti – I Lievitati di La Cascata dei Sapori in collaborazione con AntoCrea.

la cucina dei desideri segreti - i lievitati

Precedente Frolla salata al pomodoro con fagiolini, pecorino e pistacchi Successivo Gnocchi con raspadura Bella Lodi (con spinaci e peperoncino)

2 commenti su “Grissini alle mandorle, rosmarino e Syrah

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.