Crea sito

Dolcetti ai cachi con uva passa

Quadrottini ai cachi con uva passa

Dolcetti ai cachi con uva passa

Quando ero piccola, il dolce ai cachi era d’obbligo in questo periodo dell’anno!

Si raccoglievano i cachi più grossi e maturi dall’albero in giardino e si creava questo dolce, con pochissimi ingredienti, pesati ad occhio, l’occhio dell’ esperienza…
Il dolce era così profumato! una volta in forno sprigionava un aroma delizioso che rimaneva in cucina fino a sera!

Quest’ anno ho voluto sperimentare la versione mini di questo dolce per presentare agli ospiti delle mono-porzioni nei pirottini di carta colorati.

Questa è la ricetta che mi è stata tramandata dalla mia famiglia, ho solo aggiunto la cannella che a me piace molto!

Ingredienti:

– 3 cachi grossi e maturi
– 150 gr di farina 00
– 100 gr di zucchero
– 60 gr di burro
– 1 uovo
– uvetta passa gigante
– mezza bustina di lievito in polvere
– la punta di un cucchiaino di cannella
– un pizzico di sale
– rum qb
– zucchero a velo qb

Procedimento:

In una terrina ho sbattuto l’uovo con le zucchero, ho aggiunto il burro a temperatura ambiente, farina, sale, lievito, cannella, per ultimi i cachi, sbucciati e tagliati a pezzettoni, e l’uva passa precedentemente ammollata nel rum.

Ho mescolato bene e versato il composto in una teglia rettangolare foderata di carta forno.

Ho cotto in forno già caldo a 180° per 40 minuti.

Una volta a temperatura ambiente, ho tagliato il dolce a quadrotti di circa 4 cm di lato, spolverato con lo zucchero a velo e servito dentro pirottini di carta colorati.

La torta si mantiene perfettamente morbida per 3-4 gg!

Da provare: la sua consistenza cremosa conquisterà tutti, anche chi… quando sente la parola cachi, si solito storce il naso! 😉

Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava a quelle dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

12 Risposte a “Dolcetti ai cachi con uva passa”

  1. Angi sono veramente contenta che la torta sia venuta bene! aspettiamo i prossimi cachi per farne altre allora! 😉

    Buona giornata!

    1. Ciao Cinzia la dose che ho scritto è per una tortiera piccola..ti consiglio visto che hai abbondanza di cachi, di raddoppiare le dosi e di usare una teglia altina ( quelle da lasagne per intenderci ) 22 x 33 cm! Buona giornata e buon ..dolce! 😉

      1. Ciao Paola, per capodanno ho fatto la tua torta ai cachi, come ti avevo detto anziché far i quadrotti l’ho messa nella tortiera e l’ho tagliata a quadrotti dopo senza usare però i pirottini tanto era per noi in famiglia e devo dirti che è venuta buonissima.
        Non mi è venuta tanto alta, forse perché preparando due o tre cose per il forno l’ho messa nella tortiera al mattino ma l’ho cotta verso sera. Ma ti assicuro che nessuno ha capito di cosa era fatta e ce la siamo mangiata in un batter d’occhio. Peccato che non ho più cachi e dovrò aspettare fino a un altr’anno, comunque grazie davvero!!!

  2. Ciao sono del forum di giallo zafferano da poco e curiosando sono venuta a trovarti.
    Trovo che sia una bella idea quella dei quadrotti ai cachi, anche se io proverò a lasciar la torta intera per la prima volta.
    Per me le torte devono essere torte, però quando ci sono ospiti è innegabile che i quadrottini nei pirottini sono più eleganti e forse ne avanza qualcuno perché gli ospiti non osano fare il bis …. sperando così di poterli gustare da soli il giorno dopo!!
    E’ una bella idea utilizzare i cachi non ci sono molte ricette con questo frutto così buono e nutriente.
    Io amo fare i dolci con la frutta, è un modo sano e alternativo di gustarla in mille modi.
    Grazie e a presto!!

    1. Ciao Angi, grazie per essere passata! Mi ha fatto molto piacere!
      Fammi sapere come è venuto il dolce 😉 ..è una ricetta dei nonni, puoi aggiungere anche qualche amaretto sbriciolato direttamente dentro l’ impasto per dare quel tocco in più che non guasta!

      Buona giornata!

      1. Grazie per la risposta anche se non so chi sei.
        proverò a fare il dolce appena i cachi dei miei saranno maturi e aggiungerò anche gli amaretti.
        A proposito se vuoi puoi fare questo dessert coi cachi.
        Io conto:
        1 caco a testa.
        1 quadrettone di cioccolato fondente a testa.
        4- 5 amaretti sbriciolati.
        1 cucchiaio di liquore all’amaretto in tutto.
        Frullo col passaminestra i cachi, lasciando se vuoi anche la buccia, e aggiungendo il liquore e li tengo da parte.
        Faccio sciogliere i quadrettoni di cioccolato con qualche cucchiaio di acqua, quindi nelle coppette verso sotto il cioccolato suddividendolo in parti più o meno uguali tra loro, e aggiungo i cachi e sopra metto gli amaretti sbriciolati.
        Secondo me ci sta bene anche la panna montata sopra!!!
        provali poi mi dirai se sono di tuo gusto, si fanno in un momento e sono di effetto e molto buoni! Angi.

          1. Ciao Shewolf, sono sempre felice di condividere con gli amici le mie ricette semplici e gustose, e adesso siamo anche amici come mi hai chiesto! A presto! Penso a qualche ricetta carina e poi l’aggiungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.