Confettura di albicocche al limoncello

Print Friendly, PDF & Email

Confettura di albicocche al limoncello

Confettura di albicocche al limoncello: è la volta di una ricetta che, durante la mia infanzia era considerata un must nel il periodo estivo! Nel giardino c’era un unico albero di albicocche che ci deliziava con i suoi dolci e succosi frutti; quando le albicocche maturavano diventavano una delle nostre merende preferite, allungavamo le braccia e mangiavamo sotto l’ombra dell’albero, fino a sfamarci! Così succedeva quando erano mature le ciliegie, i fichi, le mele, le pere ecc (un albero per ogni frutto).

confettura di albicocche

Nel momento di maggior produzione, si coglieva l’occasione per preparare delle deliziose confetture, che venivano poi consumate spalmate sul pane o sulle fette biscottate o come farcitura di golose crostate e biscottini!

Di seguito troverete sia il procedimento per farla con la macchina del pane che alla maniera classica, ovvero mescolando con continuità e tanta pazienza il composto nella pentola sul fuoco!

Ingredienti per due vasetti di confettura di albicocche:

  • 600 gr di albicocche
  • 270 gr di zucchero di canna
  • due cucchiai di limoncello

Procedimento con e senza la macchina del pane:

Lavare ed eliminare il nocciolo alle albicocche, tagliare a pezzetti le albicocche, versarle nel cestello della macchina del pane, aggiungere lo zucchero, e il limoncello.

Scegliere il programma “marmellate e confetture”, premere il pulsante “avvio” e attendere la fine della lavorazione segnalato dal classico bip-bip (nella mia, un’ora e 25 minuti).

(annuncio pubblicitario Amazon)

Senza la macchina del pane, versare le albicocche precedentemente lavate e private del nocciolo, tagliate a pezzetti assieme, in un capiente tegame.

Cuocere a fiamma prima moderata, poi bassa per circa un’ora e mezza, mescolando spesso con un cucchiaio di legno, per evitare che lo zucchero, caramellandosi, non vada ad attaccarsi sul fondo.

In entrambi i casi, versare ancora calda la confettura di albicocche al limoncello, facendo attenzione a non scottarsi, nei vasetti sterilizzati, chiudere con il tappo senza stringere molto e ribaltare i vasetti.

confettura di albicocche

Dopo qualche minuto, la parte esterna del tappo rientrerà e si creerà il classico sottovuoto.

Nel mio caso, dovevo consumare la confettura di lì a poco e non ho bollito i vasetti; se avete intenzione di aprirli più in là nel tempo, seguite questo schema:

Riempire di confettura i vasetti di vetro ben lavati ed asciugati, attendere che la confettura si raffreddi raffreddi prima di chiuderli bene con i tappi.

Passare i vasetti in una pentola alta e capiente piena di acqua (il livello dell’acqua dovrà superare di 2-5 cm il tappo).

Sistemare dei canovacci tra un vasetto e l’altro, portare ad ebollizione per minimo 20 minuti (dai 20 ai 40 minuti) avendo l’accortezza di aggiungerne se dovesse calare di livello, tanto da lasciar scoperti i vasetti.

Una volta terminata la sterilizzazione, togliere i vasetti solo quando l’acqua sarà divenuta fredda, successivamente asciugarli, controllare la capsula se è rientrata, che attesta l’avvenuto sottovuoto e riporli in un luogo fresco, areato e buio.

Ho trovato molte informazione utili su come ottenere il sottovuoto, sul sito di Bormioli Rocco.

La ricetta della confettura di mele con uvetta e zenzero —> QUI

I

This post has already been read 687 times!

Precedente Lonza di maiale con salsa al limone e uvetta Successivo Pasta fredda con pesto di pistacchi e pomodorini

3 thoughts on “Confettura di albicocche al limoncello

  1. Che grande idea quella di aggiungere il limoncello, chissà che gusto particolare dona alla confettura. Inoltre hai utilizzato lo zucchero di canna, voglio provare anche io al posto del semolato! Grazie per i consigli sulla sterilizzazione dei vasetti, non sapevo di questa procedura.

Lascia un commento