Crea sito

Chiocciole con uvetta e canditi

Chiocciole con uvetta e canditi, semplici brioches da colazione, morbide e profumate, che vi faranno partire con il piede giusto!
Un soffice impasto lievitato a base di farina, zucchero, uova e burro, al quale ho pensato di non dare la classica forma di cornetto ma di simpatiche chiocciole!

Più avanti vi spiegherò come ottenere questa invitante forma, ora vi accenno qualche passaggio per ottenere i cornetti nella maniera più semplice:
spianate la pasta brioche formando un cerchio dello spessore di circa mezzo centimetro, tagliatelo a triangoli, come a formare i raggi di una bicicletta, aiutandovi possibilmente con una rotella taglia-pasta.
Ponete al centro un cucchiaino di confettura e arrotolate su se stesso il triangolo partendo dalla parte più larga, dandogli poi ad ognuno la classica forma leggermente ricurva del cornetto.
(tutti i dettagli per fare i cornetti e la forma a treccia QUI e QUI)

Come sostituire i canditi e l’uvetta:
Se non amate il loro sapore, si possono sostituire con confettura e/o frutta secca come albicocche e prugne tagliati a pezzettini.

Di seguito , vi indicherò come ottenere le chiocciole con uvetta e canditi utilizzando la biga o l’impasto diretto.
Con la biga si ottengono degli impasti molto digeribili, infatti si utilizzano piccolissime quantità di lievito!
Tante curiosità e tutto quello che c’è da scoprire sulla biga e sul poolish, clicca —> QUI

Anche questa settimana, cucino virtualmente con le amiche Nadia di Cuoca per passione e Romina direttamente da IG!
Ogni martedì presentano un argomento, una categoria, un dolcetto ecc da preparare.
Durante la settimana ci si incontra poi su Instagram per condividere le nostre ricette e poi se ne realizza una bella carrellata da proporre ai followers. Bella idea vero?! 🙂

Chiocciole con uvetta e canditi
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti con la biga..,

  • 380 gfarina 00
  • 120 gbiga
  • 80 gzucchero
  • 1uovo
  • 65 gburro
  • 220 glatte
  • 4 glievito di birra fresco

Ingredienti senza biga, metodo veloce

  • 500 gfarina 00
  • 80 gzucchero
  • 65 gburro
  • 1uovo
  • 220 mllatte
  • 4 glievito di birra fresco

in più…

  • 70 guvetta
  • 70 gcanditi
  • 1 bicchierinorum (oppure acqua calda)
  • q.b.zucchero a velo
  • 1tuorlo (oppure poco latte)

Strumenti

  • Ciotola
  • Pennello
  • Bilancia pesa alimenti
  • Coltello
  • Cucchiaino

Preparazione

  1. La sera prima, ho preparato la biga mescolando farina, acqua a temperatura ambiente e un pezzettino di lievito.

  2. Coperto la ciotola con un canovaccio e lasciata riposare tutta la notte fuori dal frigorifero (d’inverno) e dentro il frigorifero (d’estate).

  3. Il giorno dopo, mi sono dedicata all’impasto vero e proprio, mettendo la farina setacciata nell’impastatrice (oppure nella terrina) praticato al centro un buco e depositato al suo interno, biga a pezzetti (tolta da frigorifero un’ora prima se d’estate), zucchero, burro fuso a temperatura ambiente e uovo.

  4. Ho cominciato a mescolare a bassa velocità con il gancio ad uncino (oppure con una forchetta e poi a mano) e aggiunto poco per volta il latte intiepidito dove prima avevo sciolto il lievito.

  5. Se optate per il metodo diretto e più veloce, senza biga, mescolare farina assieme a zucchero, burro fuso, uovo, latte intiepidito dove avrete fatto sciogliere precedentemente il lievito, poco per volta, e procedere da qui in poi, allo stesso modo.

  6. Una volta amalgamato il tutto e formato una palla lucida che si stacca dalle pareti, ho coperto il recipiente e fatto lievitare fino al raddoppio (a me due ore).

  7. Nel frattempo, in una ciotola ho messo a bagno l’uvetta assieme al rum oppure all’acqua calda.

  8. Trascorso il tempo di lievitazione, ho ripreso l’impasto, steso con il mattarello leggermente infarinato, formato un rettangolo di circa 30 x 40 cm e distribuito sopra uvetta ammorbidita e strizzata e frutta canditi ad uvetta.

  9. Solo un’accortezza: lasciate liberi un paio di centimetri i bordi.

  10. Ho arrotolato la pasta dal lato più lungo e formato un salsicciotto che ho poi tagliato in 12 chiocciole.

  11. Le ho depositate direttamente in una placca da forno ricoperta di carta anti-aderente, atteso il raddoppio e cotto in forno a 180° (già a temperatura) tenendole ben distanziate una dall’altra, spennellate di tuorlo d’uovo leggermente sbattuto oppure di latte.

  12. Chiocciole con uvetta e canditi

    Una volta cotte (circa 25 minuti) le ho sfornate, deposte sopra una gratella per far perdere l’umidità in eccesso, successivamente spolverizzate di zucchero a velo.

Come si conservano le chiocciole con uvetta e canditi

Si conservano per una massimo di 2 giorni a temperatura ambiente.

Il giorno seguente avranno comunque perso un po’ della loro sofficità, basterà metterle qualche secondo al microonde o nel fornetto e ritorneranno morbide come appena sfornate.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

19 Risposte a “Chiocciole con uvetta e canditi”

  1. ¡¡Hola Paola!! Oh, me encanta este tipo de preparación, los brioches son mi debilidad. Y en formato rolls, son mis preferidos. Dices que se conservan bien durante 2 días, ya te digo que a mí no me va a hacer falta, no me duran ni uno, ja, ja. Gracias por la fantástica receta. Besitos.

  2. Avevo visto sui social queste chiocciole e le ho trovate deliziose. Finalmente sono riuscita a passare. Bellissime e chissà che buone. A me vanno benissimo sia le uvette che i canditi 😉
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.