Crea sito

Brutti ma buoni salati

brutti ma buoni salati

I brutti ma buoni sono velocissimi da preparare: ottimi per un aperitivo e per un buffet sono perfetti!
Potete anche sbizzarrirvi variando gli ingredienti come più vi piace: mandorle, nocciole, noci, qualche seme di anice o di finocchio invece della salvia.. spazio alla fantasia!

Ingredienti:

– 100 gr di farina 00
– 100 gr di mandorle tritate
– 100 gr di nocciole tritate

– una trentina di mandorle intere
– un uovo e un albume
– 100 gr di burro
– un cucchiaino scarso di sale
– un cucchiaino di salvia essiccata in polvere
– due pizzichi di pepe bianco e rosa macinati
– un pizzico di peperoncino

Procedimento:

In una terrina ho mescolato tutti insieme: nocciole e mandorle tritate grossolanamente, farina, un uovo intero, burro a tocchetti a temperatura ambiente, sale, salvia, pepe e peperoncino.

Come per la pasta frolla, questo impasto non va mescolato molto, ho formato una palla e l’ ho messa a riposare in frigo mentre il forno raggiungeva la temperatura ( 180° ).

Con la pasta ho formato tante pallinette della grandezza di una noce e le ho depositate in pirottini di carta, le ho spennellate con l’ albume leggermente sbattuto e al centro ho decorato con una mandorla intera, schiacciando un poco al centro.

Ho cotto in forno per 15 minuti circa.

nb. si possono congelare; prima di consumarle, passarle una notte in frigo e poi a temperatura ambiente per una lenta scongelazione.

Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava a quelle dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

Una risposta a “Brutti ma buoni salati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.