Crea sito

Barilini con mortadella e ..di più!

Barilini con mortadella e ..di più!

I barilini con mortadella sono un mito della mia infanzia… quasi alla pari della ciabatta con tonno e cipolline sott’aceto! 😀

Sono quelle cose semplici che rimangono nel tempo, quei sapori che restano impressi nella mente…

Quando mi capita di mangiare un panino con la mortadella rimango per quei cinque minuti come estasiata… in preda ai ricordi: il profumo del panificio dove andavo con la mamma a comprare il pane prima di andare a scuola, l’aroma della mortadella che veniva tagliata al momento dall’enorme affettatrice…

Ogni volta mi dico … non vendono più il pane di una volta, non sembra più avere lo stesso gusto, chissà perchè? Capita anche a voi di fare queste osservazioni?

Ecco che da un pò lo faccio in casa, è una piccola soddisfazione…. una piccola-grande soddisfazione!

Ho ricevuto in dono in questi giorni “Il mio libro del pane” di Laura Rangoni e caso ha voluto che all’interno ci fosse la ricetta dei barilini all’olio, proprio quelli che adoravo da piccola!

Ed ecco che mi sono subito messa all’opera: il risultato è stato eccezionale!

Ingredienti:

VERSIONE CON BIGA

– 500 gr di farina 00

– 175 gr di biga (vi spiego come si fa —> QUI)

– 200 ml di acqua

– 50 gr di olio d’oliva

– 10 gr di burro

– 1 tuorlo d’uovo

– 5 gr di lievito di birra

– la punta di un cucchiaino di miele

– 10 gr di sale

VERSIONE SENZA BIGA

– 500 gr di farina 00

– 200 ml di acqua

– 50 gr di olio d’oliva

– 10 gr di burro

– 1 tuorlo d’uovo

– 20 gr di lievito di birra

– la punta di un cucchiaino di miele

– 10 gr di sale

in più…

– 40 gr di mortadella per ogni barilino

Di più – Insal’arte (mix di Indivia riccia e scarola, radicchio rosso, pan di zucchero, verde e rosso, rucola, valerianella già lavato e pronto all’uso) qb

– olio extra-vergine di oliva

-sale e pepe qb

Procedimento:

Nella ciotola dell’impastatrice ho inserito: farina e al centro ho aggiunto la biga, olio e il lievito che avevo fatto sciogliere precedentemente assieme al miele nell’acqua tiepida.

Dopo una decina di minuti, ho unito il rosso d’uovo e il burro a temperatura ambiente e ho fatto andare a velocità bassa per cinque-sei minuti, mescolando fino ad ottenere un composto morbido che si staccava perfettamente dalle pareti, a questo punto ho aggiunto il sale e ho fatto andare altri 5 minuti a velocità sostenuta.

nb. il lievito di birra va sciolto nell‘acqua tiepida (mai troppo calda perchè potrebbe uccidere i lieviti), assieme ad una punta di miele (o zucchero) che facilita la lievitazione.
Mai far venire in contatto il sale con il lievito, aggiungerlo solamente alla fine, quando l’impasto è quasi pronto per essere messo a lievitare.

Ho messo a lievitare in un luogo tiepido, coprendo il contenitore con un canovaccio, per circa due ore.

Ho ripreso la pasta e dopo averla impastata leggermente con le mani, l’ho stesa con un mattarello leggermente infarinato (un cm e mezzo circa di altezza) e ho ritagliato con un taglia pasta delle striscette di pasta lunghe circa 15 cm e larghe 5-6 cm.

Barilini con mortadella e ..di più!

Le ho arrotolate su stesse dal lato corto, inciso con un coltello affilato la superficie e messo nuovamente a lievitare, dopo un’oretta i barilini erano pronti per essere infornati.

Barilini con mortadella e ..di più!

Ho cotto in forno a 200° (forno già caldo) per circa 20 minuti.

nb. molto importante è creare umidità all‘ interno del forno che aumenterà la lievitazione.

Un poco di acqua all’interno del forno, con uno spruzzino, è l’ideale!

Una volta cotti, li ho tolti dal forno e appoggiati sopra una gratella per fargli perdere l’umidità e asciugare piú velocemente.

Barilini con mortadella e ..di più!

Una volta a temperatura ambiente, li ho tagliati orizzontalmente e farciti con mortadella tagliata sottile e il mix di insalatina condito con sale, pepe e un filo di olio.

 Con questa ricetta partecipo al contest “Accogliamo Babbo Natale nelle nostre case” proposto dal blog Cucina per gioco con questa motivazione:

Babbo Natale dopo aver girato tutto il mondo, essersi calato in mille camini, aver spostato pacchi e pacchetti più o meno pesanti, ha decisamente bisogno di energie per proseguire nella consegna dei regali! cosa c’è di meglio di un barilino con la mortadella e un buon bicchiere di vino rosso?! 😀

2° Contest Accogliamo Babbo Natale

altre idee …

(clicca sulla foto per la ricetta)

Pane ai tre colori
Pane ai tre colori
Pane al farro con semi di amaranto
Pane al farro con semi di amaranto
pane arabo o pita
Pane arabo o pita

torna alla —>[maxbutton id=”2″]

Paola

Pubblicato da Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

6 Risposte a “Barilini con mortadella e ..di più!”

  1. Che panini meravigliosiiii non li conoscevo ma non vedo l’ora di provarli!! Grazie per questa ricetta veramente fantastica i miei figli ne saranno felici!!! 😀 Ciao carissima!

    1. Lidia provali vedrai come sono morbidi e buoni! si possono fare in grandi anche in quantità e congelare 😉
      Un bacione a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.