Pasta frolla alle mandorle – ricetta base

Pasta frolla alle mandorle – ricetta base

Pasta frolla alle mandorle: una semplice ricetta base per ottenere una deliziosa e fragrante pasta frolla dal gusto inconfondibile e particolare, che vi tornerà utile in numerose preparazioni: biscotti, crostate, pasticcini! Potete anche congelarla e utilizzarla più avanti nel tempo, preparatene dunque in gran quantità!

pasta frolla alle mandorle

Nella foto, uno dei meravigliosi stampi in legno, fatto a mano, acquistati in Belgio, a Bruge nel negozio di Juliette (la sua pagina facebook è —> questa, e questo è il suo sito), che nonostante le ovvie difficoltà di comunicazione dovute alla lingua diversa, è riuscita a spiegarci come utilizzarli per creare i tipici biscotti alla cannella, chiamati speculoos, tipici del Belgio e dei Paesi Bassi.

Ingredienti per 1 kg – 1,2 kg di pasta frolla alle mandorle:

  • 450 gr di farina 0 oppure 00
  • 250 gr di burro classico Lurpak
  • 150 gr di farina di mandorle
  • 185 gr di zucchero a velo
  • 2 uova + un tuorlo
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato in polvere
  • un pizzico di sale

Procedimento:

In una terrina capiente, ho impastato insieme: burro ammorbidito a temperatura ambiente, zucchero a velo, uova, le due farine, bicarbonato, sale, formato una palla e messa a riposare in frigorifero per una mezz’oretta.

nb. il bicarbonato non è obbligatorio, serve a dare un pizzico di fragranza in più.

Lavorate sempre la pasta con le mani fredde,  e maneggiatela il meno possibile, comunque se sentite il composto troppo morbido (spesso dipende dalla grandezza delle uova utilizzate) aggiungete un cucchiaio di farina, viceversa, se sentite che il composto fa fatica a compattarsi, aggiungete un tuorlo d’uovo.

Se preferite utilizzare l’olio al posto del burro, diminuite la dose del 20% (200 gr di olio).

Passate una mezz’oretta la pasta frolla alle mandorle in frigorifero, prima di stenderla/utilizzarla.

In genere mentre il forno raggiunge la temperatura, preparo tutto il necessario sulla spianatoia leggermente infarinata: il mattarello, le tortiere o gli stampini, in modo che una volta tolta dal frigo, la pasta frolla sia lavorata ancora fredda e subito infornata.

Altri consigli…

– usate sempre il burro appena tolto dal frigo
– potete sostituire parte della farina (25-30% della farina 00 abitualmente usata) con farina di cocco ( potete leggere la mia ricetta  —> QUI)
– il segreto per una buona frolla, è non amalgamare gli ingredienti perfettamente
– a volte, mentre impastate, la pasta potrà risultare troppo asciutta, spesso dipende dalla grandezza delle uova, nel caso, aggiungete un tuorlo
– la pasta frolla va fatta riposare in frigo in modo che quando si stende sia fredda e compatta
– si stende perfettamente se, tra il mattarello leggermente infarinato e la pasta, inserite un foglio di carta forno
– si può congelare ricoperta da pellicola trasparente e si conserva per un paio di mesi

RICETTA DELLA PASTA FROLLA AL BURRO CLASSICA —> QUI

…DELLA PASTA FROLLA ALL’OLIO —> QUI

..DELLA PASTA FROLLA VEGAN (SENZA UOVA E SENZA BURRO) —> QUI

…DELLA PASTA FROLLA AL COCCO —> QUI

…DELLA PASTA FROLLA INTEGRALE AL FARRO —> QUI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

This post has already been read 4689 times!

... crostate, frolle e sfoglie, Dolci tentazioni, Le ricette base a modo mio / , , , , ,
Paola

Informazioni su Paola

La passione per la cucina l'ha contagiata sin da piccola quando il nonno, per farla addormentare, al posto delle favole le leggeva le ricette. Da grande alternava alle ricette dello studio medico presso cui lavora quelle delle pietanze da lei preparate, ricche di sapori, aromi e soprattutto fantasia. Ha coinvolto il compagno Arkifood in un corso di cucina e lui, a sua volta, l'ha coinvolta alla scoperta di nuovi piaceri da condividere a tavola. Ama soprattutto dedicarsi ai dolci e da poco tempo, all'arte bianca della panificazione a cui abbina una attenta ricerca per l'utilizzo di materie prime di qualità.

6 commenti su “Pasta frolla alle mandorle – ricetta base

Lascia un commento